Il nostro sito web utilizza dei cookies. Navigando sul nostro sito, voi accettate di usare dei cookies. Per avere maggiori informazioni riguardo al modo in cui noi usiamo i cookies e gestiamo le vostre preferenze, vedere la rubrica. Informazioni sui cookies
Chiudi
 it 
  •  fr
  •  gb
  •  de
  •  es
  • Inspirations

    Universi :  Natale Cerimonie e Feste

    Natale e le sue decorazioni. 
    Il Natale rimane una festa tradizionale e i suoi simboli sono così ricchi che possono essere declinati all'infinito. Varieremo i simboli o i colori del Natale, non li aboliremo. Naturale, artificiale o stilizzato, l'albero rimane l'albero. Lo stesso vale per il presepe e per le decorazioni natalizie, simboli di rinnovamento. In origine, le mele erano appese all'albero: queste mele sono diventate delle palline artificiali. L'agrifoglio, verde e rosso, utilizzato per decorare i sovrastanti camini e le tavole festive: anch'esso è stato sostituito da ghirlande. L'opposizione del verde e del rosso, simbolo del Natale, risale a queste origini. Le tradizioni si mescolano: la festa cristiana che celebra la nascita di Gesù Bambino, San Nicola, che è stata per lungo tempo, in tutta l'Europa settentrionale, il tempo della distribuzione dei doni, e la figura di Babbo Natale, creata negli Stati Uniti dalla figura di San Nicola nella prima metà dell'Ottocento, e che l'Europa e poi il mondo intero adotteranno gradualmente. 
     
    Mentre gli eccessi di un Natale sfarzoso e glitterato sono definitivamente finiti, attualmente stanno emergendo quattro
    ...
    VILLEROY & BOCH
    DECO PRIVE
    Demeure et Jardin
    MAISONS DU MONDE
    Noel
    DEGUISETOI.FR
    MAPLUSBELLEDECO

    Scoprite la selezione di...

    Yiannis Ghikas
    Designer Creatore
    Alexandra Bennaim
    Addetto Ufficio Stampa
    Philippe Demougeot
    Architetto d'Interni
    Emmanuelle Morice
    Redattrice
    ... grandi tendenze: un ritorno alle decorazioni tradizionali e agli accessori in stile vintage; il gusto per le decorazioni che giocano con i materiali naturali; uno stile barocco che moltiplica ali, angeli e ori; infine, forme stilizzate che riducono alla purezza i motivi tradizionali. Infine, notiamo che l'addobbo natalizio non è più ridotto all'albero di Natale o al presepe, ma è un addobbo a tema che domina e si dispiega dalla decorazione del camino alla tavola festiva: le tende sono appese ovunque, su finestre, pareti, gli addobbi sono posti su davanzali e tavoli. Si ricreerà così l'atmosfera di un bosco incantato, quella di un Natale all'antica con i suoi giocattoli di legno e il suo Schiaccianoci, quella di un bianco Natale dove la neve, il gelo e gli angeli dominano. 
     
    Decorazioni tradizionali. 
    Per le decorazioni più tradizionali dell'albero di Natale i colori rimangono il verde e il rosso, le forme sono quelle della mela, del cuore, della renna, del cappuccio di Babbo Natale o della calza di Natale, dell'orsacchiotto o dello Schiaccianoci: appendiabiti in legno, nella tradizione della Germania o dell'Europa dell'Est. Anche le decorazioni d'Alsazia sono di moda: la casa "Arts et traditions d'Alsace" riedita decorazioni d'altri tempi, cuori in tessuto kelsch e soggetti in legno colorato. Le ghirlande da tavola o corone dell'Avvento saranno decorate con mele, agrifoglio, frutti rossi, bacche e nodi di raso rosso e verde, le tovaglie che suonano bianche, verdi e rosse, mostreranno fregi di rose di Natale, renne, agrifoglio o pigne. La moda è anche nella riedizione di palline e sospensioni in vetro mercurizzato, tovaglie ricamate a punto croce o ispirate a vecchi patchwork, e Babbo Natale vintage, delle prime rappresentazioni americane. Le tradizioni si stanno diffondendo da un paese all'altro, e anche se non si proviene da una particolare regione, si può decidere di celebrare il Natale alla maniera russa, alsaziana o provenzale. Per un Natale provenzale, si adotteranno i tredici dolci, tovaglie o boutis provenzali, il presepe e i suoi famosi santons. 
     
     
    Un Natale molto naturale. 
    L'altra tendenza è quella di una decorazione naturale e pura, ispirata alla Scandinavia: decorazioni di abeti in paglia intrecciata, ghirlande di paglia o di pigna, palle di corteccia di betulla, stelle di filo metallico, decorazioni di abeti che fanno riferimento alla natura: l'uccello, la gabbia, il fascio di legno, la pigna. Testimone, l'uccello di "Maisons du monde" rieditato ogni anno: con il suo corpo in cotone idrofilo e le sue piume in ramoscelli, è tutta grazia e fragilità. Le corone dell'Avvento saranno ridotte alla loro espressione più semplice: rami di legno di derivazione, abete, bosso o ulivo, mentre l'abete ricostituito può essere costituito solo da ramoscelli o pezzi di legno per evitare qualsiasi sovraccarico decorativo. Per quanto riguarda i soggetti del presepe, lontani da qualsiasi aneddoto, possono essere rappresentati da silhouette stilizzate in cartone, terracotta o legno tagliato. 

    Sinfonia in Bianco Maggiore. 
    Sempre nel senso della purezza, il bianco continua a dominare. Sinfonia in bianco maggiore con uccelli, angeli, piume, fiocchi di neve e fiori di gelo. La moda è quella dei baubles bianchi natalizi, che giocano con tutti i materiali morbidi per ricreare neve e gelo, finta pelliccia, feltro e piume. Ci piacciono anche i fiori, le rose bianche o l'elleboro che decorano corone e ghirlande. Boa di piume lunghe, capelli d'angelo, stelle di strass o ciondoli di vetro conferiscono all'albero un aspetto arioso e puro, e Babbo Natale stesso è vestito con un mantello immacolato. Per la tavola, una tovaglia bianca con pieghe all'antica e impreziosita da un po' d'oro sarà perfettamente elegante.  
     
     
    Barocco. 
    Ci piace anche un certo stile barocco, perché il Natale è la festa della luce e della profusione. Oro, vetro e cristallo si trovano su tovaglie, piatti e decorazioni per l'albero di Natale, dove sono appesi ciondoli e paillettes. Le girandole si moltiplicano sui tavoli, si accendono grandi portacandele o candelabri natalizi d'argento. La figura regina di questo stile barocco è l'angelo musicista: ispirato ai dipinti del Quattrocento o ai presepi seicenteschi, in legno intagliato o in gesso, prende il volo o annuncia la Buona Novella suonando la tromba. Anche il presepe deve essere opulento, ispirato ai presepi italiani, con i loro personaggi vestiti con grandi drappeggi. 
     
    Moderne variazioni sul Natale. 
    Come abbiamo detto, non aboliamo i simboli, non li dirottiamo, perché i bambini e tutti coloro per i quali questa vacanza ha un significato devono riconoscerli. Le forme sono purificate, i simboli e i colori rimangono. Alberi di abete, stelle o ghirlande di feltro decorano i tavoli, semplici sagome ritagliate. Gli abeti artificiali spesso sostituiscono gli abeti naturali. I modelli naturalisti sono più cespugliosi degli abeti naturali: coperti di neve artificiale che non cadono, sembrano abeti da favola. Altri modelli sono stilizzati. Ci sono abeti interamente realizzati in piume, abeti in legno intagliato o in ferro battuto, modelli realizzati con ramoscelli o foglie, abeti di seta tesi su una struttura metallica e illuminati dall'interno da un'illuminazione a LED. 
     
    Testimone dell'incontro tra tradizione e innovazione, l'abete a spirale creato da Ikea. Ridotto ad una semplice struttura metallica, la sua forma a spirale è perfettamente adatta per appendere appendiabiti che, non più nascosti dai rami, appaiono come preziosi pendagli. Si usano anche il rosso e il bianco, i colori tradizionali del Natale svedese, ma le palline sono in feltro e le decorazioni in carta. Si tratta di un esempio molto affascinante di decorazione tradizionale natalizia: alla profusione e allo sfarzo si abbinano materiali poveri, più in linea con lo spirito delle feste. 
     
    Luci e confezione regalo. 
    Non c'è Natale senza regali e non ci sono regali senza una bella confezione. La tendenza è sempre verso la carta tissue o la carta riciclata. Ci piace anche la carta giapponese, che è particolarmente raffinata e spesso viene fornita con l'intelligente piegatura degli origami. I nastri di rafia sono sempre popolari, così come le cravatte di rafia o di seta. Vanno di moda anche i sacchetti regalo da cui emergono i fogli di carta velina. Alle stampe tradizionali si affiancano le righe e i riflessi cangianti delle carte metalliche. La carta velina è molto popolare perché può essere usata per dare all'imballaggio molte forme diverse. Ad esempio, può essere utilizzato per realizzare schede elettorali o fiori particolarmente raffinati per decorare una scatola o un pacchetto. Infine, piccole borse o sacchetti con etichette possono essere utilizzati per personalizzare i regali. 
     
    Sono finiti i giorni di luci lampeggianti e urlanti. Il LED fornisce un'illuminazione diffusa e regolabile e può essere utilizzato sia all'interno che all'esterno. Le tende luminose possono essere utilizzate per vestire una finestra o un'intera sezione di parete. Le ghirlande hanno forme delicate, fiocchi di neve, stelle, fiori di gelo, mentre noi variamo su forme antiche: con Strâla, Ikea ha realizzato la tradizionale stella di Natale in carta traforata, un paralume per lampada da tavolo e una lampada a sospensione. Infine, il LED permette di creare grandi soggetti illuminati dall'interno, come alberi, orsi polari, renne o slitte, che decoreranno sia un balcone che un soggiorno. Grazie a queste nuove luci, i topiari e tutto il giardino saranno vestiti con un abito di luce. Dopo gli incantesimi della fiamma della candela e della fata dell'elettricità, i LED sono la fonte di un nuovo incanto. 
     
    Tra tradizione e modernità, il Natale si festeggia ogni anno, variando nelle forme e nei colori, senza toccare i simboli.