it 
  •  fr
  •  gb
  •  de
  •  es
  • Ispirazioni
    Notizie

    Univers :  Biancheria da Tavola

    Biancheria da Tavola

    Viva i creatori tessili! Grazie alle moderne tecniche di stampa, in particolare quella digitale, rinnovano la biancheria da tavola con motivi colorati, artistici e ricercati.

    Il tessuto è diventato il mezzo di espressione preferito per molti grafici, illustratori e designer che ne fanno la loro professione. Marianne Diemer, grafica proveniente dalla pubblicità e dal design di packaging, si dedica alla biancheria da tavola dal 1995. Il suo credo: "reinterpretare i grandi classici dell'ornamento con tecniche ed estetica dell'era digitale". Tra le sue ultime creazioni, la tovaglia "Cardiff", decorata con un pied-de-poule nero e bianco molto grafico, o la "Square", un quadro di colori primari in stile Mondrian, danno un tocco chic alle nostre tavole.

    Anche le giovani creatrici trovano ispirazione negli armadi della biancheria di un tempo. Strofinacci da cucina rossi e beige, ricami, materie prime come il canapa sono punti di ancoraggio estetici deviati e modernizzati. Anne Hubert rivisita la biancheria antica confrontando motivi classici e tocchi sbarazzati. Toiles de Jouy, cammei o quadrati damascati rivivono in rosa o giallo neon.

    Questi colori sarebbero stati impensabili

    ...
    MIDIPY Teixidors CHILEWICH Lamy D. Porthault VILLEROY & BOCH DEGRENNE Paris

    Découvrez la sélection de...

    Arthur Aquino
    Sarto/a di alta moda
    Aurélia Santoni
    Architetto d'Interni
    Gaël Manes
    Designer
    Nadine Jarousseau
    Marketing

    Selezione - News - Bestsellers

    ... qualche decennio fa. La biancheria si colora solo nel XX secolo. Prima tovaglie e tovaglioli erano concepiti solo bianchi o nel colore naturale del tessuto. Il bianco è rimasto sinonimo di biancheria per la casa. C'è stata poca evoluzione importante fino alla fine del XIX secolo per lo stile e la tipologia. La tovaglia esiste fin dall'antichità e si sviluppa nel Medioevo in Italia. Questa produzione viene sostituita nel XVI secolo dalle manifatture fiamminghe. Simbolo di raffinatezza e distinzione sociale, le tovaglie adornano tutte le tavole nobili. La tovaglia si democratizza rapidamente e diventa, insieme ai tovaglioli, un elemento essenziale della dotazione delle giovani ragazze.

    Quadrata o rettangolare, la tovaglia è di lino, da cui il nome biancheria, bianca, ricamata con il monogramma di famiglia e damascata a partire dal XVI secolo. Questo motivo tessuto, identico sul diritto e sul rovescio, proviene da Damasco in Siria. Il ricamo si impone per secoli come unico mezzo di ornamento della biancheria da tavola. Fiori, paesaggi, personaggi campestri o scacchi geometrici ne costituiscono il repertorio.

    Il XX secolo rivoluziona gli usi e le forme. Oggi, tovaglie e tovaglioli assortiti sono riservati per le grandi occasioni: matrimoni, battesimi, Natale... I set da tavolo e i runner li hanno sostituiti il resto dell'anno. Più funzionali, si abbinano meglio alle nuove modalità di ricevere, informali e rilassate. Si preferiscono materiali facili da mantenere come il vinile intrecciato o le fibre vegetali. Le tovagliette di carta non vengono più utilizzate solo per i picnic. A nessuno sembra più strano vederle in tavola. Pratiche come la tovaglia cerata ma più estetiche, le tovaglie plastificate sono molto utilizzate. Dal aspetto simile a quello del tessuto, sono ornate di pois, fiori o righe che rendono allegre le nostre tavole.

    Tovaglie dei creatori per le grandi occasioni o set da tavolo per tutti i giorni, la biancheria da tavola si declina a piacimento e arricchisce con stile i nostri pasti!

    Notre site Web utilise des cookies. En continuant à naviguer sur notre site, vous acceptez que nous utilisions des cookies. Pour obtenir plus d'informations sur la façon dont nous utilisons les cookies et dont nous gérons vos préférences, rendez-vous dans la rubrique. Informations sur les cookies
    Fermer